Dipendenza dallo shopping: Sindrome di acquisto compulsivo 0

Dipendenza dallo shoppingSpesso il momento dell’ acquisto è associato ad un momento di eccessiva euforia che provoca spesso felicità e soddisfazione. La prospettiva di felicità, legata esclusivamente ai nuovi acquisti, potrebbero causare l’ insorgere di una dipendenza dallo shopping. A questo argomento si lega anche la problematica dell’ incapacità di gestire il proprio credito. Ovviamente a tutti piace l’ idea di acquistare qualcosa di nuovo, ma esistono delle persone che spendono i propri soldi in acquisti privi di utilità, soltanto per soddisfare il proprio desiderio di acquisto. Questo comportamento denota una bassa forza di volontà, ed un insufficiente controllo sul proprio comportamento ed i propri impulsi. Pur essendo a conoscenza dell’ inutilità dell’ oggetto in questione, prevale sempre la necessità di acquistarlo. Questo è un problema vero e proprio, e spesso spinge questi soggetti ad acquisti anche nel momento in cui la situazione sia economica che familiare non vada molto bene.

Ma cosa spinge queste persone alla foga degli acquisti? In generale, si tratta di persone materiali, e che necessitano di migliorare il proprio umore. Sono incapaci di gestire il proprio danaro; sono irrilevanti il sesso , l’età e la professione svolta. Molto spesso questi soggetti sono accompagnati dall’ illusione di non aver speso nulla, soltanto per il fatto di aver pagato con la carta di credito, per cui si perde la consapevolezza dei soldi sottratti alla carta. Una vita migliore, un cambio di persona, sono ideali a cui cercano di pervenire questi soggetti. Gli shopaholics , così definiti, è noto che effettuano acquisti non per necessità, ma per cercare di raggiungere un benessere personale. Ogni cosa o evento risulta il movente giusto per “dover acquistare” necessariamente qualcosa. Spesso, si insinua la volontà di fare una buona impressione sulle persone, per cui vi è il desiderio di migliorarsi dinanzi al giudizio degli altri.