Posted on

Come ridare nuova vita ad un vecchio jeans consumato

Il jeans è il capo d’ abbigliamento al quale siamo tutti affezionati. Facciamo infatti fatica a gettarli, nel momento in cui diventano davvero inutilizzabili. A volte, anche se strappati, ingialliti, invecchiati, restano nei nostri armadi perché non si ha il coraggio di darli via. Eppure c’ è un sistema per far rinascere i jeans vecchi.

Come ridare vita a un vecchio jeans?

Se infatti, per via dei ripetuti lavaggi, i jeans si scoloriscono, assumendo quel tipico colore giallognolo, è possibile ricorrere a dei rimedi specifici. Bisogna prendere una pentola, di grandi dimensioni piena d’ acqua bollente, succo di limone ed un bicchiere di sale grosso. Bisogna poi risciacquare con il detersivo e con il bicarbonato. In questo modo il colore giallognolo scompare. Se si tratta di jeans dal colore scuro, ed abbiamo a che fare con macchie dal colore biancastro, bisogna immergere i pantaloni in acqua, insieme ad aceto e sale grosso. Aspettare qualche ora, lasciando i jeans in ammollo, per poi lavarli come si fa di consueto. In questo modo le macchie biancastre si noteranno di meno ed il colore sarà più vivo e luminoso. Una cosa da non dimenticare è che i jeans appena acquistati, tendono a perdere molto colore dopo il primo lavaggio. Proprio per questo motivo, è consigliato di lavarli sempre in acqua fredda. Nella lavatrice, invece, bisogna separare i capi d’ abbigliamento chiari dai capi d’ abbigliamento scuri, avendo cura di lavarli al contrario.

Per ridare vita a un vecchio jeans è possibile anche eseguire dei tagli strategici.

  •  Tagliati al ginocchio: Il jeans effetto sbucciatura è facilissimo da realizzare, basta un colpo di forbici ad altezza ginocchia. Poi con l’aiuto di una pinzetta si tira fuori la filettatura.
  • Tagliuzzati a tutta gamba: Con l’utilizzo di carta vetrata e pietra pomice si ammorbidisce il tessuto. In seguito con la forbice o un taglierino si eseguono dei tagli a tutta gamba per aprire e sfilacciare.
  • Toppe e inserti: Le più brave possono cimentarsi con ago e filo, le altre invece possono ripiegare su toppe da applicare con il ferro da stiro.

Prima di gettare gli indumenti, è bene quindi informarsi, in quanto delle regole semplici e di facile applicazione possono davvero far durare più a lungo un capo d’ abbigliamento, bloccando il tempo. Bisogna solo aver cura dei vestiti, e non essere pigri nel mettere in pratica i classici rimedi della nonna, che a distanza di tempo trovano sempre un grande riscontro per soddisfare le necessità di tutti.

Lascia un commento